info@castelloditaormina.it

L’Etna

L’Etna è uno stratovulcano complesso della Sicilia originatosi nell’era geologica più recente ed è il più alto vulcano attivo della placca euroausiatica. Le sue frequenti eruzioni nel corso del tempo hanno modificato, a volte anche profondamente, il paesaggio circostante e in tante occasioni hanno costituito una minaccia per gli insediamenti abitativi nati nel tempo alle sue pendici. Il 21 giugno 2013, il Comitato UNESCO ha inserito l’Etna nell’elenco dei beni costituenti il Patrimonio dell’Umanità.

L’Etna ha una struttura piuttosto complessa a causa della formazione, nel tempo, di numerosi edifici vulcanici che tuttavia in molti casi sono in seguito collassati e sono stati sostituiti, affiancati o coperti interamente da nuovi centri eruttivi. Sono riconoscibili nella “fase moderna” del vulcano almeno 300 tra coni e fratture eruttive. La zona risulta anche a moderato rischio sismico per effetto anche del tremore del vulcano.

I quattro crateri sommitali sono: la Voragine e la Bocca Nuova, che si sono formate all’interno del Cratere Centrale rispettivamente nel 1945 e 1968, il Cratere di Nord-Est, che esiste dal 1911 e il Cratere di Sud-Est, che è attualmente il punto più alto dell’Etna.

La sua superficie è caratterizzata da una ricca varietà di ambienti che alterna paesaggi urbani, folti boschi che conservano diverse specie botaniche endemiche ad aree desolate ricoperte da roccia magmatica e periodicamente soggette a innevamento alle maggiori quote.

Il circondario ha caratteristiche che ne rendono le terre ottime per produzioni agricole, grazie alla particolare fertilità dei detriti vulcanici.

In inverno è presente la neve che, alle quote più elevate, resiste fin quasi all’estate. Le aree turistiche da dove si può partire per le escursioni in cima al vulcano sono raggiungibili agevolmente dai versanti sud e nord-est in cui si trovano anche le due stazioni sciistiche del vulcano (Etna sud e Etna nord). Da quella sud è possibile ammirare il golfo di Catania e la valle del Simeto. Dalle piste di Piano Provenzana a nord, in territorio di Linguaglossa, sono visibili Taormina e le coste della Calabria.

anastasiya-dalenka-TxY-7FBUGzY-unsplash
roberto-pavone-qG7NPWKted0-unsplash
anastasiya-dalenka-dnchpOfv7Mc-unsplash
L'Etna_vista_dalla_campagna_di_Randazzo
petr-slovacek-6d6e3wB4HIM-unsplash
anastasiya-dalenka-TxY-7FBUGzY-unsplash roberto-pavone-qG7NPWKted0-unsplash anastasiya-dalenka-dnchpOfv7Mc-unsplash L'Etna_vista_dalla_campagna_di_Randazzo petr-slovacek-6d6e3wB4HIM-unsplash